Tra i Cirri.... e L'Isola dei Porri
 
banner

L’AREA CAMPER E L’AGRICAMPEGGIO

In Italia ed Europa il camper è molto popolare come mezzo di trasporto turistico, utilizzato da villeggianti di ogni ceto sociale, che apprezzano il senso di libertà e flessibilità con cui consente di programmare le proprie vacanze o i brevi periodi di tempo libero durante tutto l'arco dell'anno, che altrimenti sarebbero difficilmente fruibili; inoltre è spesso utilizzato per motivi di lavoro (fiera) o per altre attività competizioni sportive. In alcuni contesti turistici, viene visto come concorrente rispetto al turismo stabile. Alcune categorie di operatori economici locali, potendolo considerare come parziale sottrazione di introiti, non amano questa forma di mobilità e conoscenza delle culture, orientata più sul viaggio "On the road" che ai tipici hotel e villaggi vacanze socialmente accettati. Questa opinione non è tuttavia universalmente condivisa. Alcune località turistiche comunque si stanno attrezzando predisponendo un’area per i camperdando il benvenuto a queste persone che hanno scelto un nuovo modo di fare turismo, vedendo in essi una fonte di reddito poiché questa categoria ha più o meno gli stessi bisogni dei turisti tradizionali: bar, ristoranti, souvenir, approvvigionamento di cibo, etc. Di solito il ritorno economico è maggiore in quei luoghi che offrono l’area libera. Molti agriturismi si sono già attrezzati per l’ area libera chiedendo in cambio l'acquisto dei prodotti di propria produzione oppure dopo aver fruito del servizio di ristoro. In alcuni casi è richiesta comunque una tariffa. Non sempre la scelta di acquisto di un camper è quella giusta, in molti casi la formula più conveniente resta il noleggio. I costi dei camper a noleggio variano in base alla stagione, modello, km e numero dei posti. Come in molti altri Stati, alcuni noleggiatori di camper prevedono il servizio navetta da e per gli aeroporti abbinato al noleggio del camper.
Questo è un turismo alternativo usato dal turista straniero o nazionale che si sposta dapprima in aereo e successivamente in camper per l'Italia o verso gli Stati Europei per apprezzare i sapori e visitare luoghi che solo un turismo in movimento può dare. Ogni comune d'Italia dovrebbe poi (essendo previsto da una legge nazionale) provvedere alla costruzione degli impianti di servizio per i camper (generalmente chiamati camper service) sono molto semplici da realizzare e constano (nella forma più elementare) di un'area dove sia presente almeno una griglia di scarico dove possano essere vuotati i serbatoi delle acque grigie e delle acque nere, e di almeno una presa di acqua potabile con la quale rifornire i serbatoi delle acque chiare. Ogni aggiunta poi è migliorativa, come ad esempio parcheggi dedicati, cassonetti per la raccolta differenziata, collegamenti con i mezzi pubblici, colonnette per il collegamento elettrico, verde e giardini pubblici. Il vantaggio indiscusso dell’area camper è quello che quando scompare il turista, l'ambiente riprende la sua forma originaria, al contrario degli insediamenti fissi che modificano l'ambiente per sempre e spesso sono disabitati per lunghissimi periodi dell'anno. Il camper è autosufficiente anche nel caso di soste in aeree non attrezzate, essendo fornito di impianto elettrico, riscaldamento e impianti di scarico. Nello stesso tempo ha la possibilità di utilizzare gli allacciamenti elettrici fornite dai campeggi attrezzati.

LO SPIRITO DEL TURISTA CHE SCEGLIE AGRICAMPEGGIO ED AREA CAMPER

La filosofia che muove il camperista è la voglia di vedere e conoscere posti, usanze e persone sempre nuove, unita al vantaggio che, se il gradimento è basso, può immediatamente spostarsi.
Lo spirito vero di chi va viaggiando comunque è di lasciare il posto visitato migliore di come si è trovato, il che non è sinonimo automatico di diventare operatori ecologici ma significa in ogni caso lasciare il posto come si è trovato unito ad un buon ricordo di chi vi è passato. È una specie di investimento sul proprio futuro, è il sapere che ovunque andrai starai bene, se tutti i camperisti si comporteranno con questo spirito.

L’agricampeggio è un luogo in cui è possibile trascorrere una vacanza all’aria aperta.
L’agricampeggio rappresenta, una forma alternativa alla vacanza tradizionale in albergo o appartamento a cui si rivolge un gran numero di persone, in Italia e nel mondo.
L’ agricampeggio offre varie opportunità di soggiorno per periodi più o meno lunghi, che vanno dalla semplice piazzola (per tenda/roulotte/camper) ai bungalow, all’affitto di tende o roulotte già montate e pronte per l’uso.
Nel corso degli anni si è assistito ad uno sviluppo dei servizi offerti che ha portato ad avere agricampeggio sempre più grandi e sempre più somiglianti a villaggi vacanze o a città piuttosto che luoghi naturali, facendo così mancare un po’ dello spirito nativo del campeggiatore. Per contro lo sviluppo in tal senso ha consentito di estendere a tutti, giovani e meno giovani, la possibilità di usufruire di una diversa possibilità di svago ed ha aumentato sicuramente il numero di utenti in rapporto anche al prezzo, sicuramente più accessibile rispetto alle altre offerte.
L’agricampeggio si può ormai trovare in tutti i luoghi dove sia presente anche una minima offerta di agriturismo, anche se sono più frequenti lungo i litorali dove nel periodo estivo si riempiono di una folta schiera di vacanzieri.
Come per le strutture alberghiere anche l’ agriturismo agricampeggio è classificato con un numero di stelle crescente al crescere dell’offerta di servizi, attrezzature, confort e attività ricreative.
Oggigiorno numerose sono le associazioni che promuovono l’agricampeggio ed il turismo itinerante e numerosi sono i siti internet dove trovare informazioni sull’agricampeggio al pari di quanto avviene per le strutture alberghiere.

 

Approfondimenti
Una vacanza in Sicilia
Perchè scegliere la formula dell'agriturismo in Sicilia
Area camper e agricampeggio
Agriturismo e bed and breakfast in Sicilia
Natale capodanno e S.Silvestro in Agriturismo - Sicilia
Un San Valentino Piccante?